I Vini - Alle Tre Colline
166
page,page-id-166,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

I Vini

Tutte le qualità del territorio

L’azienda agricola

L’amore e la cura per le vigne è cosa tramandata da molte generazioni nella nostra famiglia .

Non sono solo le storie raccontate da padre in figlio ma lo dimostrano anche le testimonianze dello storico cabreo e degli antichi documenti di famiglia che abbiamo rinvenuto e che ci affermano la lunga esperienza maturata nella produzione di vini di qualità da molti secoli.

L’azienda agricola fino al 1999 è stata condotta da Edoardo e Orsolina, poi è passata sotto la guida del figlio Franco che insieme alla moglie e ai tre figli ha creato il giusto connubio tra innovazione e tradizione.

Attualmente l’azienda si estende su circa 35 ettari di terreno, coltivati principalmente a vigneto ed in parte a noccioleti, seminativi, frutteti e orticoli.

I versanti vitati molto importanti per la produzione di buone uve sono disposti in sistemazioni storiche a girapoggio e cavalcapoggio, sud,sud-est e sud-ovest sulle colline di Albugnano.

Le coltivazioni, condotte con criteri ecocompatibili, sono gestite nel rispetto di un’agricoltura attenta all’ambiente e alla gestione del suolo collinare per contenerne l’erosione superficiale.

vini_albarossaaa

Albarossa DOC

Una scommessa, la forza della tradizione, la conoscenza e l’unicità del territorio

Un vitigno assolutamente piemontese, autoctono a tutti gli effetti .

Un fuoriclasse, con un grappolo in grado di sopportare una vendemmia tardiva da destinare ad un grande vino rosso, intenso e complesso, dalle spiccate note fruttate e speziate, ben strutturato, armonico e avvolgente , di elevata pienezza e persistenza gustativa.

Le uve vengono pigiate in maniera soffice e private del raspo. Il mosto viene messo in vasche di acciaio inox dove avviene la fermentazione e la macerazione . Il vino affina in legno per 18 mesi prima di essere imbottigliato. Il carattere sorprendente dell’Albarossa si coglie al meglio dopo un maturo invecchiamento

Accompagna salumi, bolliti, arrosti, formaggi stagionati, Adatto per piatti a base di carni rosse

vino_alb

Albugnano doc

Delicato e vinoso al profumo, puo’ sviluppare con l’invecchiamento sentori fruttati di confettura, mentre il sapore, pieno ed armonico, puo’ variare dal secco all’abboccato.

Si tratta di un vino cui e’ stata attribuita la denominazione d’origine solo recentemente, nel 1997.

Il suo colore rosso assume tonalita’ differenti che, a seconda della tipologia produttiva ,vanno dal rosato al rubino, fino a rivelare con il tempo riflessi granati. Delicato e vinoso al profumo, puo’ sviluppare con l’invecchiamento sentori fruttati di confettura, mentre il sapore, pieno ed armonico, puo’ variare dal secco all’abboccato.

Viene prodotto nella nostra azienda con sole uve Nebbiolo.

I piatti consigliati per l’abbinamento sono le carni saporite ed i formaggi stagionati.

vino_grig

Piemonte doc grignolino

un vino piemontese di lunghissima tradizione, le prime notizie risalgono alla fine del settecento quando veniva utilizzato i vini “chiaretti”

Questo vino e’ il frutto della caparbieta’ tipica dei monferrini che e’ riuscita a salvare dall’oblio un vitigno cosi’ difficile, che matura bene solo in alcune posizioni ben esposte, impiantato in terreni leggeri che predilige e solo se prodotto in minimo quantita’.

Il risultato pero’ giustifica questo sacrificio, trattandosi di un vino ricco di personalita’ e con un retrogusto ammandorlato in grado di “pulire” la bocca. Il suo nome deriverebbe dalla parola dialettale “grignole” che indica la presenza di molti vinaccioli nell’acino; altri pero’ sostengono che derivi dal verbo “grignare” che in dialetto astigiano vuol dire ridere.

Una cosa e’ certa: e’ un vino piemontese di lunghissima tradizione, le prime notizie risalgono alla fine del settecento quando veniva utilizzato i vini “chiaretti”. Il grignolino Piemonte e’ di colore rosso rubino tendente all’arancione durante l’invecchiamento, ed emana un profumo delicato e piacevole, leggermente fiorale con caratteristiche note di rose fresche nonche’ di pepe.

Il suo sapore asciutto, leggermente tannico e gradevolmente amarognolo permette una notevole serie di abbinamenti: antipasti misti, primi piatti, secondi di carni bianche nonche’bollito alla piemontese.

vini_freisa

Freisa d’asti doc

Premiato al concorso DOUJA D’OR 2005 nettare ai palati degli amatori del Freisa d’Asti.

Dal colore rosso rubino intenso, è delicatamente profumato di frutti di bosco. I sentori pronunciati di lampone, accompagnati da più esili tracce di mora e di rosa, accarezzano l’olfatto preparando il palato ad un incontro caratteristico.

In bocca, risulta fresco e al tempo stesso avvolgente, inaspettatamente vellutato. Un Freisa decisamente più morbido e più strutturato del consueto, nel quale le note tanniche caratteristiche del vitigno risultano attenuate, senza che per questo si perda la facilità di bevuta.

vini_chardonnay

Piemonte doc chardonnay

La caratteristica principale di questo Chardonnay è l’ampiezza del corpo, inusuale per un bianco.

Prodotto dalle uve Chardonnay per almeno l’85% e per la restante parte da altri vitigni a bacca di colore analogo. 100%

Questa particolarità è ottenuta grazie all’utilizzo, per una parte del vino, della tecnica dell’affinamento e dei suoi lieviti con una Fermentazione in vasca a temperatura controllata che consente di esaltare al massimo la struttura del vino.

Il vitigno Chardonnay, originario della Francia (Borgogna), ha trovato sulle colline piemontesi il clima e i terreni ideali per il suo sviluppo con Caratteristiche organolettiche che vanno da un colore paglierino caratterizzato da sfumature dorate a profumo dai sentori complessi dal floreale al fruttato con leggere note di vaniglia; sapore ampio, ben strutturato, equilibrato dalla giusta acidità.

Gradazione 12% vol.

Oltre ad essere un buon aperitivo, soprattutto se frizzante è assai indicato con gli antipasti freddi. Ottimo anche a tutto pasto, servire fresco a 6-8 gradi. Ottimo abbinamento con i i primi piatti “importanti” della cucina piemontese ma non teme accostamenti a piatti più impegnativi.

vini_bonarda

Piemonte doc Bonarda

Brioso vino rosso ben strutturato ed armonico,colore rosso rubino, vivace e intenso.

Ampi profumi con chiare cadenze fruttate, gusto leggermente tannico talvolta con note speziate.

La vivacità accentua la freschezza senza sminuirne la complessità.
Servito alla T° di 16°-18° è ottimo a tutto pasto ma molto interessante è l’abbinamento con il tipico fritto misto alla piemontese.

vini_barb

Barbera d’asti doc

Profumo vinoso,caratteristico tendente all’etereo ; al palato asciutto,tranquillo, di corpo, con adeguato invecchiamento piu’ armonico, gradevole e di gusto pieno.

La parola Barbera e’, senza dubbio, la prima che i neonati astigiani imparano: qui non si nasce sotto i cavoli, bensi’ sotto i filari!
Il termine barbera sembra derivare dal latino albuelis (alba, altura), un vitigno che secondo gli esperti prediligeva le colline.
Vino prodotto con sole uve dell’ononimo vitigno,e’ uno dei piu’ nobili vini piemontesi.Presenta un colore rosso rubino tendente al rosso granato con l’invecchiamento.

Profumo vinoso,caratteristico tendente all’etereo ; al palato asciutto,tranquillo, di corpo, con adeguato invecchiamento piu’ armonico, gradevole e di gusto pieno.

Si addice a molti primi piatti al sugo, a pietanze robuste quali spezzati,arrosti e formaggi saporiti.

vini_malvasia

Malvasia di Castelnuovo Don Bosco doc

Delicatamente amabile, dolce e aromatico piace anche agli amanti del “secco” e fa bere, finalmente, anche gli astemi.

E’ la Malvasia di Schierano, l’uva dal grappolo minuto a bacca rossa, aromatica che da’ origine a questo vino piu’ o meno frizzante dal colore rosso cerasuolo sprigionante un piacevole aroma assimilabile alla rosa canina e a lampone.

E’ un vino vivace da bersi nei mesi estivi a temperatura di cantina (8-10°C) insieme a qualunque tipo di dessert.

Delicatamente amabile, dolce e aromatico piace anche agli amanti del “secco” e fa bere, finalmente, anche gli astemi.

vini_grappa

Grappa di Malvasia

Morbida e delicata al palato, armonica con sentori fruttati e floreali.

Dalle vinacce di uva malvasia nera lunga di Castelnuovo Don Bosco distillate secondo il tradizionale metodo in corrente di vapore nasce la nostra grappa.